Praia, dirigenti e politici in visita al Capt

Lo chiama ospedale e non più Capt. È la prima cosa che risalta nella dichiarazione rilasciata dal direttore generale del Dipartimento per la salute della Regione Calabria, Riccardo Fatarella, alla nostra emittente, nel corso della visita tenutasi ieri pomeriggio al nosocomio di Praia a Mare. Accompagnato dal direttore generale dell’Asp di Cosenza, Raffaele Mauro, e dal sindaco della Città dell’Isola Dino, Antonio Praticò; Fatarella ha soprattutto annotato le lamentele dei medici, ma ha anche fatto notare che la sua visita serve per dare avvio al nuovo corso della struttura praiese. Il presidio è stato depotenziato e solo potenziato da massicce dosi di buona volontà del personale che vi lavora; ora, però, bisogna dar voce a ciò che è stato scritto nelle tre sentenze del Consiglio di Stato. La politica locale ha fatto la propria parte, Fatarella lo ha ribadito in più circostanze, ma ha anche sottolineato che nessuno ha “la bacchetta magica” e che ci sono dei tempi da rispettare. Insomma, prudenza e cautela prima di tutto, come del resto stanno ribadendo i sindaci di Praia e Tortora da un po’ di tempo; vero è che nessuno ha il diritto di prendere in giro i cittadini, soprattutto quando si parla di salute, ma è anche giunto il momento di rassicurare la popolazione. Parole queste, che sono state ripetute come un mantra nel corso del tour dei due dirigenti, che hanno visitato i locali dove si sta procedendo al montaggio della nuova risonanza magnetica, il Punto di Primo intervento e i reparti rimasti ancora in piedi. Fatarella ha anche indicato le migliorie che devono essere apportate da subito alla struttura, proprio in vista del “futuro riassetto del presidio.

Martino Ciano (da Rete3)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: