Tirreno cosentino, scoperti operai che lavoravano in “nero”

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Cosenza ha scoperto presso alcuni cantieri, la presenza di nove operai, impiegati completamente “in nero” da 5 società nella realizzazione e ristrutturazione di abitazioni di lusso. I controlli delle Fiamme Gialle calabresi sono stati effettuati nelle località turistiche dell’Alto Tirreno cosentino, dove molti turisti, negli ultimi anni, hanno acquistato seconde case, alcune delle quali in fase di realizzazione, da utilizzare per le loro vacanze. Le società controllate sono state “diffidate alla regolarizzazione delle inosservanze riscontrate, entro i previsti termini e i lavoratori riconducibili a tali imprese dovranno essere assunti per almeno 3 mesi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: