Sangineto, uccisione cane Angelo. Parte il processo

sangineto cane angeloPrima udienza questa mattina a carico dei quattro giovani di Sangineto che a colpi di bastone hanno ucciso il cane Angelo, postando poi le loro gesta sui social. Un caso che ha sconvolto l’Italia intera e ripresa da grosse testate nazionali e che ha portato anche ad una manifestazione che si è svolta ne mesi scorsi. Stamattina c’è stata la costituzione di parte civile del Comune di Sangineto e di moltissime associazioni animaliste. La difesa ha chiesto il rito abbreviato. Ad ogni modo il giudice ha rinviato l’udienza al 18 maggio. Fuori dai cancelli una manifestazione degli animalisti che si è snodata lungo le vie della città, sino al Santuario di San Francesco da Paola, il primo Santo “Animalista” della storia della Chiesa Cattolica dove gli attivisti chiederanno ufficialmente all’Abate Superiore della Basilica di sensibilizzare la comunità del posto sul tema. Il cane Angelo si ricorda era stato torturato, seviziato, ucciso ed impiccato ad un albero dopo esser stato finito a colpi di pala. L’episodio era stato ripreso da un telefono cellulare e poi diffuso sul web.

(foto Carla Monaco)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: