Belvedere, omicidio Rodrigues in Corte d’assise: il Comune parte civile

Costituzione delle parti civili per l’udienza di oggi, conclusasi pochi minuti fa, nel processo che vede imputato in corte d’assise (presidente Garofalo) Sergio Carrozzino, accusato di aver ucciso e poi dato alle fiamme la giovane Silvana Rodrigues. Una sostanziale novità sta nella costituzione di parte civile del Comune di Belvedere Marittimo, rappresentato dall’avvocato Egidio Rogati. Sono state accolte integralmente, infatti, le motivazioni presentate dal legale belvederese. L’udienza è stata poi rinviata al 15 maggio perché il nuovo difensore di Carrozzino, Giuseppe Bello, ha chiesto un differimento dell’udienza per acquisire della documentazione al fine di richiedere il giudizio abbreviato. In quella data la corte d’assise si pronuncerà anche su un’eccezione preliminare per nullità dell’atto che dispone il giudizio, in quanto secondo il collegio difensivo, non sarebbe ben chiara l’aggravante contestata al Carrozzino. Era il 13 dicembre dello scorso anno quando una Fiat Punto venne trovata bruciata nelle vicinanze del cimitero. All’interno il corpo senza vita di Silvana Rodrigues De Mato, 34 anni. Le indagini puntarono subito su Carrozzino, 44enne di Belvedere Marittimo. Nel corso delle analisi del caso vennero fuori alcune testimonianze che affermerebbero la presenza del Carrozzino vicino alla Rodrigues nel parcheggio di un supermercato, tesi avvalorata anche da alcune immagini. Una storia che ha segnato fortemente Belvedere Marittimo, teatro di più assassini, uno dei quali, quello di Francesco Grano, compiuto dallo stesso Sergio Carrozzino. Per quell’omicidio Carrozzino aveva scontato 15 anni di reclusione ed era appena uscito di prigione.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: