Belvedere, sit-in dei lavoratori della Falzarano in Comune. Azienda assente. L’impegno del vicesindaco Spinelli

Belvedere – Sit-in di protesta presso la sede comunale di Belvedere Marittimo degli operai della Falzarano, l’azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti. Un appuntamento che ha visto la presenza solo dei dipendenti dell’azienda, del sindaco Enrico Granata e dell’assessore e vicesindaco Vincenzo Spinelli. Assente ingiustificata la proprietà. Sono ben cinque le mensilità che ancora non sono state corrisposte ai lavoratori, per non parlare nemmeno della 13ma che gli sarebbe spettata di diritto. Ma di corrispondere stipendi l’azienda non ne vuol sapere. Fa orecchie da mercante pur avendo avuto dal Comune di Belvedere l’importo dei primi mesi dell’anno. Ma che fine hanno fatto questi soldi? Ieri mattina confronto aperto sul salario ancora da incassare da parte dei lavoratori. Ma tra gli stessi c’è aria di crisi. Non è escluso che si possano organizzare in tempi brevi e attuare una serrata legata alla mancanza della raccolta. Insomma uno sciopero in piena regola che porterebbe al blocco della città, soprattutto in vista della stagione estiva. Di ciò si è discusso anche con il vicesindaco Spinelli. I lavoratori hanno voluto delle rassicurazioni da parte dell’amministrazione sul salario e sul loro futuro. L’amministrazione comunale da parte sua ha avviato le pratiche per una diffida alla Falzarano, richiamando anche l’eventuale revoca dell’appalto. Sono state chieste le buste paga affinché si possa procedere direttamente dal Comune alla corresponsione degli stipendi.

A sollecitare l’incontro era stato anche il sindacato. Il Segretario Generale Fp Cgil Comprensoriale, Vincenzo Casciaro, era stato perentorio: “I Lavoratori – aveva detto – tra mille difficoltà stanno continuando a garantire il servizio di igiene ambientale, al quale sono preposti. Ma fino a quando potrà essere garantito il servizio? Fino ad ora, non sono serviti gli incontri, le diffide, le richieste di blocco cautelare dei pagamenti a favore dell’Azienda Falzarano, a garanzia dei crediti dei Lavoratori”.

E questo è un punto a favore dei dipendenti: il fatto di garantire ancora il servizio, senza un attimo di tregua, consapevoli delle difficoltà cui andrebbero incontro i belvederesi se il servizio fosse fermato.

Insomma l’amministrazione dovrebbe accertare il corretto assolvimento dei doveri aziendali sia nei confronti degli Enti di Previdenza, sia per quanto riguarda il pagamento delle retribuzioni ai Dipendenti addetti al servizio. Vediamo cosa accadrà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: