Scalea, M5S: “Interrogazione sulle concessioni demaniali”

Chioschi dissequestrati. Si accende la polemica. A sollevare la questione anche il Movimento 5 stelle, che per conto del suo rappresentante in Consiglio comunale, Renato Bruno, chiede chiarimenti su concessioni promesse e mai date. “Da quanto si apprende – scrive Bruno – i titolari avrebbero più volte fatto richiesta di rinnovo della concessione a cui illecitamente, così come citato nell’articolo, il Comune non avrebbe risposto. Fatto gravissimo per quanto ci riguarda perché ha comportato per quei cittadini conseguenze economiche e morali. Per questo motivo abbiamo protocollato una interrogazione al sindaco per conoscere le ragioni. Non stiamo ragionando sul dare o meno la concessione, in questo caso è una scelta politica visto che si sta costruendo l’area mercato, ma sulle conseguenze che la pessima amministrazione ha prodotto a chi chiede lavoro. So già che qualcuno dirà che è colpa degli uffici, ma a costoro io rispondo chiedendo a cosa sia servito il voto. Se per chi amministra una volta è colpa degli uffici e l’altra dei cittadini, vuol dire che non hanno capito il loro compito”.

L’esponente del Movimento grillino dice ancora: “Siamo ufficialmente stanchi di vedere 4 fiorellini piantati per Pasqua e poi Torre Talao chiusa, le strade asfaltate per volontà dei commissari fatte passare per opera dell’amministrazione, così come per l’area mercato e su entrambe le cose ce ne sarebbero cose da dire (non mancheremo). Le foto scattate per mostrare l’operazione decoro fatta, invece, solo per mano e volontà dei volontari. Scalea e i suoi cittadini hanno bisogno di opportunità di lavoro, di turismo, di sociale per tutti, non per i soliti noti. Le mie parole sono avvalorate dalle carte, nel bilancio previsionale 0€ per turismo, agricoltura, lavoro, disabilità e famiglie. Serve un vero cambio di passo per far uscire scalea da questo coma che dura da anni”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: