Scalea, interramento scogliera. Progetto per il territorio

Scalea – “Interramento della scogliera: il punto. Contratto di fiume, contratto di costa”, è stato il tema del convegno promosso dalla Pro-loco di Scalea,  dalla associazione “Cara, vecchia Scalea” e patrocinato dal Comune di Scalea. Il convegno si è aperto con i saluti della Amministrazione comunale di Scalea,  il Sindaco Gennaro Licursi, e gli assessori Eugenio Orrico e Marcello D’Amico che hanno sottolineato l’estremo interesse per il territorio per una progettazione adeguata per risanare e riportare all’antica bellezza la scogliera dell’Anello, e l’altro è la foce del fiume Lao. Al convegno i relatori sono stati l’ ing. Giuseppe Maradei che con dovizia di particolari ed estrema chiarezza ha esposto gli interventi possibili per risolvere le cause dell’interramento. Relatori qualificati sono stati anche L’ON. Mimmo Pappaterra, presidente del parco del Pollini e del dott. Cesare Loizzo, capo struttura del dipartimento ambiente Regione Calabria, delegato dell’assessore Rossi, che hanno sottolineato l’importanza della sinergia tra mondo dell’associazionismo, enti ed opportunità in termini di finanziamenti mirati alla salvaguardia del patrimonio ambientale,  in cooperazione con il parlamento europeo e la Regione Calabria. Un ringraziamento particolare va a Pino de Biase che con il suo archivio fotografico ha aiutato visivamente a cogliere la trasformazione della nostra scogliera nel corso dell’ultimo secolo, e che con le sue opere artistiche ha fatto sì che la splendida cornice di Palazzo Spinelli fosse ancora più apprezzata dai partecipanti al convegno. Non ultimo, un ringraziamento va ai presidenti Giovanni Le Rose ed Enzo De Vito, rispettivamente per la Pro-Loco e “Cara, vecchia Scalea”, a Pino Cardillo ideatore del convegno e tenace sostenitore della salvaguardia della Scogliera.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: