Verbicaro, De Luca lascia il Consiglio comunale

Verbicaro – Tanto tuonò finché piovve. E alla fine il consigliere comunale Giuseppe De Luca ha dovuto lasciare lo scranno dell’assemblea consiliare per presunta incompatibilità. Secondo il primo cittadino, Francesco Silvestri, che aveva appunto sollevato la questione, legata a piccole somme dei pagamenti insoluti che il consigliere comunale aveva accumulato nei confronti dell’ente, ha preso atto del documento e ha pregato il consigliere di lasciare l’aula. Il consigliere aveva risposto dimostrando la rateizzazione della somma, per cui tutto sarebbe dovuto rientrare nei termini della dialettica politica. E invece così non è stato. Silvestri ha continuato a chiederne l’incompatibilità anche e soprattutto alla luce dei numerosi attacchi che De Luca faceva in senno al consiglio. Attacchi che ovviamente non andavano giù al sindaco. Lunedì sera è arrivata la “sentenza” di incompatibilità. Una situazione che di certo ha segnato la piccola comunità pedemontana . De Luca era stato  eletto con 75 voti ottenuti con la lista “Per Verbicaro”. Decisamente passibile di ricorso la decisione del sindaco di dichiarare incompatibile De Luca, secondo una situazione debitoria causata dal mancato pagamento di tributi comunali e canoni di gestione. Ma alcune fonti riferiscono di altre persone che sarebbero morose nei confronti dell’ente. E allora? Due pesi e due misure che certamente dovranno essere dimostrate in una aula di tribunale. Ma sembra che la questione sia legata soprattutto alla malagestione dell’isola ecologica: fabbricati non in sicurezza, malfunzionamento del depuratore ed altro ancora. Insomma una situazione che ancora tarda a risolversi. Anche perché nel piccolo paese bolle tanta carna in pentola, a cominciare dalla Banca di credito cooperativo sino ad arrivare alla gestione dei fondi pubblici.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: