Grisolia, incontro per parlare di beni archeologici e paesaggistici

Grisolia – Si è discusso di archeologia con il dott. Mario Pagano, sovrintendente dei beni archeologici, paesaggistici e culturali delle Provincie di Catanzaro, Cosenza e Crotone e l’amministrazione comunale di Grisolia in un incontro che ha sancito l’avvio di una attività di valorizzazione dei beni archeologici, paesaggistici e culturali non solo del Comune di Grisolia ma di tutta la Riviera dei Cedri. Il soprintendente ha colto l’occasione per visitare, accompagnato dal sindaco Antonio Longo, alcuni siti di straordinaria importanza culturale, come il Santuario di San Rocco di Montpellier, e paesaggistica, come il bosco di castagni secolari in località Monte con al suo interno il castagno del “salavrone”, uno degli alberi monumentali più vecchi d’Italia e d’Europa. Ha così potuto constatare di persona il valore dei nostri luoghi e dei nostri monumenti che sicuramente hanno bisogno di una maggiore valorizzazione, ma che già rappresentano fonti di sicuro interesse per i turisti. È proprio per questo che il soprintendente ha presentato a Grisolia il progetto per avviare una carta comune di tutti i siti archeologici, paesaggistici e culturali dell’Alto Tirreno Cosentino. In modo tale da dare ai turisti uno strumento di consultazione grazie al quale ci si pone l’obiettivo di superare la stagionalità del turismo nella nostra area e di ampliare l’offerta verso target finora mai raggiunti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: