Diamante, nessuna violenza su una donna. Assolto 58enne

Diamante – Nessun atto di libidine ai danni di una donna. A stabilirlo è stato il tribunale di Paola, sezione penale. Il giudice Alfredo Cosenza, ha assolto O.P., 58 anni, di Diamante, che doveva rispondere, oltre che del reato relativo agli atti di libidine anche di stalking. Il collegio giudicante, giudice Cosenza, a latere Antonella Paone e Vincenzo D’Arco, hanno accolto le tesi dell’avvocato difensore, Italo Guagliano. L’uomo, come detto, doveva rispondere anche del reato di stalking. Quest’ultimo reato è stato derubricato in petulanza, su richiesta del difensore. Si trattava di una molestia via telefono. Il reato, fra l’altro, è in fase di prescrizione. Per quanto riguarda la violenza sessuale, invece, l’imputato è stato assolto con formula piena: “Perché il fatto non sussiste”. I fatti risalgono al mese di ottobre del 2011. Per il reato di petulanza (Stalking), i giudici hanno riconosciuto le circostanze delle attenuanti generiche ed hanno condannato l’uomo a 200 euro di ammenda, oltre al pagamento delle spese processuali. L’uomo è stato condannato a risarcire la parte civile per una cifra pari a 400 euro. Il giudice Cosenza, infine, si è riservato di depositare le motivazioni nei prossimi 90 giorni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: