Belvedere, l’urlo dell’anima scuote le coscienze. Presentato il XXII caffè letterario

Belvedere – Splendida affermazione per il XXII Caffè Letterario “gianovecento”, organizzato dal Cenacolo Culturale Francescano dal titolo “L’urlo dell’anima” tenuto nei saloni Don Silvio di Belvedere Marittimo. Tante le persone presenti che hanno apprezzato il tema e lo stile della serata. L’anima, infatti, è stata il filo conduttore della manifestazione culturale. L’anima nell’espressione artistica di Luigi Impieri, autore del testo “L’arte nell’anima”. L’arte come una forma espressiva in cui la sua apparente inutilità deve diventare utile per scuotere le coscienze umane, per appagare l’anima e per curare le nostre città che oggi più che mai appaiono ammalate per assenza di bellezza. L’anima nei racconti di Salvatore Fabiano autore del testo “Storie di un borgo antico”. Venticinque racconti, storie di vita vissuta nel centro storico di Belvedere Marittimo, in cui l’autore, attraverso una scrittura intensa e coinvolgente, riesce mirabilmente a far assaporare al lettore, profumi, voci, suoni, relazioni, aneddoti  di un passato che probabilmente non ritornerà più. Una cronologia di vita. Un percorso di Storia.

L’anima nelle poesie di Olga De Luca, autrice del libro, “A tu per tu senza tempo”. Una raccolta di poesie in cui l’autrice lascia parlare la propria anima, coinvolgendo il lettore in una riflessione senza tempo sull’esistenza umana, sulla vita, sull’amore, sulla morte. Nel perfetto stile del percorso che il Cenacolo Culturale Francescano propone, l’intento è stato di  diffondere le più diverse espressioni culturali, coniugando il desiderio di conoscere e salvaguardare la tradizione con il bisogno di esplorare nuovi spazi e vivere la contemporaneità con argomenti che collegano il passato al presente attraverso la conoscenza di luoghi e di persone di ieri e di oggi. La serata è sta arricchita dalla musica del Maestro di chitarra Enzo Campagna, le letture e l’interpretazione dei testi  affidate a Pino Gagliardi, Vincenzo Campilongo, Armando Martucci, Francesca Gaglianone e Francesca Impieri. La manifestazione è stata condotta da Daniela Gaglianone e moderata da Giovanni Martucci.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: