Belvedere, le eccellenze competenti in un centro storico da salvare.

Belvedere – Se di “Fiera delle eccellenze calabresi” bisogna parlare allora che si parli con competenza. A parte qualche invitato che certamente presenta qualità e competenze indiscutibili, il resto presenta certamente esperienze che non sono all’unisono con la pregevolezza dei nostri prodotti. E pur se il primo cittadino, nella delibera del contributo concesso al circolo Acli Giovanni Paolo II, nelle mani della sua presidente Santina Bruno, parla di evento meritevole di sostegno essendo di interesse generale nel campo culturale e sociale, alla fine porterà, si spera qualche turista in più nel centro storico. Perché del centro storico si tratta. I 1400,00 euro elargiti dal Comune di Belvedere dovranno determinare un aumento di turisti nel capoluogo storico di Belvedere, spesso lasciato al suo destino, senza iniziative degne di essere chiamate con tale nome. Il 5 e 6 agosto venti espositori provenienti da tutto il territorio regionale esporranno e offriranno in degustazione prodotti di eccellenza della tradizione gastronomica calabrese. I fondi del contributo saranno presi dal capitolo 2015, a disposizione della valorizzazione del centro storico, la cui delega è nelle mani del consigliere comunale Maria Donato. Un programma che prevede l’apertura dei lavori con il sindaco Enrico Granata, il parroco Giovanni Alessi, e la presidente Santina Bruno. La tavola rotonda vede la partecipazione di Saverio Sergi, Giorgio Durante, Valerio Caparelli e il consigliere regionale Franco Sergio. Il giorno dopo l’angolo della cultura con Pina Oliveti e Luigi Salsini che presenteranno il libro “Le donne del pane”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: