Belvedere, i furbetti dell’ombrellone. Chiesto a gran voce l’intervento della Guardia costiera e dei vigili urbani

pannoliniBelvedere – C’era una volta un’acqua limpida, con tanta spiaggia libera, che dava a tutti la possibilità di godere dell’estate nostrana. Poi è arrivato il grande flusso, a volte garbato e ordinato, quello che insomma rispetta le regole, e poi quello disordinato che non accenna un minimo rispetto della socialità offerta da una comunità. Quei turisti che si fanno chiamare così che si portano dal proprio paese persino il sale. Che non ha alcuna voglia di rispettare le regole. Basta che possa godersi il sole e le acque limpide che Belvedere offre. Ed ecco che in località Vetticello, ma non solo, ti accorgi che la spiaggia cosiddetta libera, è già occupata da ombrelloni lasciati lì dalla sera prima, dal giorno antecedente quello che sarà un altro giorno di sole e di goduria. Le denunce sui social sono tante. Le foto anche. Ma di intervenire non se ne parla proprio. L’appello ai vigili urbani è stato lanciato. Ci si augura che domani possano prendere provvedimenti fotografando stasera e domani mattina gli ombrelloni e poi attendere i turisti e multarli, senza indugiare. Senza alcun tentennamento. E se la cosa non è di loro competenza chiamare la Capitaneria di Porto. La “notizia criminis” c’è, stavolta, non si può nasconderla. E non solo, ma arrivano all’indirizzo dei social anche denunce di persone che usano saponi vari a mare sotto la doccia comunale. Anche in questo caso bisognerebbe intervenire e beccarli al momento. Manca solo un po’ di buona volontà.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: