Belvedere, morte in corsia, proseguono le indagini. Belfiore sarebbe caduto dal letto

Belvedere – Proseguono le indagini da parte dei carabinieri di Belvedere per stabilire le cause che hanno portato alla morte di Benito Belfiore, 65enne di Paola. Secondo le prime indiscrezioni e quanto poi dichiarato dai familiari, l’uomo potrebbe aver perso la vita a seguito della caduta dal letto. Il 65enne paolano era stato ricoverato presso la casa di cura Tricarico-Rosano perché malato di cuore e quindi si è sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Dopo un malore era stato trasportato subito presso la clinica belvederese. Gli erano stati applicati due stent alle coronarie. Proprio ieri i sanitari avevano deciso per il suo rientro a casa. La caduta sarebbe avvenuta durante la notte. Per tale motivo saranno importanti le dichiarazioni degli altri due pazienti presenti nella camera. La famiglia, rappresentata dagli avvocati Massimiliano e Paolo Coppa del foro di Cosenza, vuole vederci chiaro e intende andare avanti. Ecco perché ha presentato una dettagliata denuncia ai carabinieri di Belvedere, guidati dal maresciallo Alessandro Diana, che si sono subito attivati, sotto il coordinamento della procura di Paola, per fare luce sulla vicenda.

L’incidente sarebbe successivo all’intervento chirurgico cui l’uomo era stato sottoposto. L’omessa vigilanza sul paziente da parte dei dipendenti della struttura sanitaria del Tirreno cosentino, avrebbe poi fatto il resto. I legali Massimiliano e Paolo Coppa hanno richiesto il sequestro delle cartelle cliniche, dei diari terapeutici e dei turni del personale per fissare eventuali responsabilità. Nei prossimi giorni si terrà esame autoptico che servirà a individuare con certezza le cause dell’inatteso decesso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: