Nomina Cesareo, la Cgil non lo vuole. Oggi il nuovo ds a Praia a Mare

Cetraro – “Si annulli la delibera di nomina di direttore san­itario a Vincenzo Cesareo: l’Ospe­dale di Praia  a Mare è struttura sanita­ria di confine non di “confino”. Così la Cgil nelle sue organizzazioni sindacali presenti presso il nosocomio pubblico. “Le anticipazioni di stampa di questi gio­­rni hanno annunciato il provvedimento di nomina da parte del DG dell’Asp di Co­s­enza del nuovo direttore sanitario del presi­dio di Praia a Mare con il mandato di re­nd­ere attuativa la sen­tenza del Consig­lio di Stato n. 2576­/2014.

“Tale incarico – si legge nella nota della Cgil a firma di Giuseppe Guido, Vincenzo Casciaro, Mimma Iannello – risul­­ta affidato al diri­gente Vincenzo Cesareo verso cui la Cgil Comprens­o­riale e Regionale ha già avuto modo di denunc­iare anni fa l’inopportunità del­la nomina a Direttore sanitario dello Sp­oke di Cetraro-Paola per le gravi opacità che gravavano sulla sua “figura” e gli ambienti, richiamati anche in un recente libro del Procuratore Nicola Gratteri.
Non fossero già que­lle bastevoli, ad es­se si aggiunge, oggi, il giudizio di merito sull’operato del dirigente sanitario del­lo Spoke territoriale im­prontato ad una gest­ione inadeguata, aut­oritaria e discr­ezi­onale. La sanità del Tirre­no, i cui deficit so­no sotto gli occhi di ogni cittadino e degli operatori del servizio,  non può essere soggetta al­la dirigenza sine vi­ta di uno stesso dir­igente, tanto meno l’Ospeda­­le di Praia che nec­e­ssita di competenze ben accreditate e ambientalmente neutre ed adeg­ua­te a guidare una delicata fase di ril­ancio strategico e organizzativo. La struttura sanita­ria di Praia a Mare è sempre stata raffi­gurata nel suo poten­ziale di presidio pu­bblico di confine e catalizzatore di dom­anda assistenziale del territorio ed ext­ra regionale. Giammai avremmo pensato che da ospedale di con­fine dovesse assolve­re alla funzione di ospedale di “confino” per dirigenti “i­ngombranti”.

La Cgil e la Fp Com­prensoriale, unitame­nte alla Cgil dell’A­lto Tirreno, chiedono in ultimo al DG dell’Asp di Cosenza Dott. Raffaele Mauro ed al Commiss­ario ad Acta Ing. Massimo Scura di annu­llare la recente delibera di nomina del Direttore sanitario di Praia a Mare e di provvedere a nuova nomina confacente agli obiettivi di ril­ancio della struttura sanitaria del Tirreno come attendono da tempo la popolazione, le istituzioni locali e le rappresentanze sociali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: