Ospedale di Praia, plauso di “Alternativa Popolare” per la riapertura

Praia a Mare – Soddisfazione, gioia, vittoria della cittadinanza, rispetto della legge, unione di forze. questi sono stati i concetti espressi dal coordinatore Alto Tirreno Cosentino di “Alternativa Popolare” Ettore Biondi, in merito all’incontro che si è svolto nella sala consiliare del Comune di Praia a Mare, presenti i quindici sindaci rappresentanti della popolazione del comprensorio dell’Alto Tirreno Cosentino, per la riapertura dell’ospedale di Praia a Mare. “Noi di Alternativa Popolare – ha detto Biondi – ci uniamo al coro di giubilo, e sicuramente siamo altrettanto soddisfatti per il risultato ottenuto, risultato dal quale ripartire per dare un senso ad un territorio che tanto ha bisogno di abbattere quella presunzione di campanilismo ottuso, che non porta ad una crescita sociale, morale, economica. Risultato al quale ha però sicuramente dato una spinta decisiva la “Buona Politica”, quella che non promette per fini elettorali, ma che ottempera ai bisogni della popolazione, quella che si impegna, in alcune fasi delicate con giudizio e in sordina, senza proclami eclatanti, ma con azione incessante e proficua. Con orgoglio diciamo ora che la nostra parte la abbiamo fatta e la continueremo a fare innanzitutto con i nostri dirigenti nazionali, con il ministro Lorenzin e soprattutto con l’opera del Senatore Antonio Gentile, che a Scalea, ha detto a chiare lettere che la riapertura dell’ospedale di Praia a Mare sarebbe avvenuta in breve tempo. Ci abbiamo messo faccia, cuore, intelletto ed eravamo sicuri che i nostri dirigenti avrebbero mantenuto la parola data. Tutto questo non è stato volutamente ricordato, ma lo facciamo noi oggi a tutti quei denigratori a prescindere, a tutti coloro che in questo periodo hanno espresso giudizi gratuiti e privi di fondamento, a tutti coloro che non sanno apprezzare che il sano dialogo è forza e costruzione, che ascoltare e proporre è il sale della democrazia, e la vittoria di progetti sani. E noi di Alternativa Popolare ci continueremo ad impegnare per la “Buona Politica”, non quella urlata, non quella che suscita sensazionalismi inutili, ma quella che porta risultati attraverso una sintesi risolutiva”. In ultimo Biondi ha inteso esprimere un ringraziamento a tutti coloro che si sono impegnati in questa battaglia di civiltà, nessuno escluso, “ma soprattutto un grazie a chi come quelli di Alternativa Popolare oggi in un momento in cui la politica è oggetto di denigrazione continua, hanno dimostrato fatti e non parole”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: