Truffa ad una anziana. Due in manette

Paola – I Carabinieri della Compagnia di Paola, Stazione di Fuscaldo, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di truffa pluriaggravata in concorso, due napoletani di 30 e 35 anni gravati da precedenti di polizia. I due giovani, nella mattinata di ieri avrebbero contattato sull’utenza telefonica della propria abitazione un’anziana pensionata, 91enne, della zona. Spacciandosi per collaboratori di un sedicente avvocato, dopo averla informata che la nipote si trovava presso la caserma dei Carabinieri di Paola, a seguito di un sinistro stradale, hanno chiesto la somma di 2.200 euro per le spese giudiziarie connesse all’indennizzo dei danni che ne erano conseguiti. Poco dopo l’anziana è stata raggiunta presso la propria abitazione da un giovane che, facendo leva sulla paura generata nella stessa dal contenuto della precedente telefonata, è riuscito ad ottenere la somma pattuita. Ma insospettita della situazione l’anziana Signora, si è messa in contatto con la nipote al fine di sincerarsi delle sue reali condizioni di salute, comprendendo di essere stata vittima di un episodio di truffa. Grazie al preziosissimo ausilio dei vicini, sono stati informati tempestivamente i Carabinieri della locale Stazione di Fuscaldo. Le immediate ricerche, diramate sulla base dei primi dati raccolti e condotte sinergicamente da personale delle Compagnie di Paola e Scalea, hanno permesso di bloccare i due malviventi. Durante la perquisizione sono stati trovati 2.150 euro in contanti sottoposti a sequestro. Gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati presso le locali camere di sicurezza. sono in corso attività investigative finalizzate ad accertare il coinvolgimento dei due truffatori in precedenti episodi analoghi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: