**Commento**: Sanità, l’Alto Tirreno ritorna protagonista

A volte i miracoli avvengono affinché i sogni si avverino, io e tanti altri abbiamo sempre creduto, e forse sognato, che prima o poi l’ospedale di Praia a Mare ritornava ad essere ciò che era. Anche nei momenti più bui e tristi quando sembrava che tutto andasse per il verso sbagliato, personalmente qualcosa mi diceva che c’era da pensare in positivo. Forse sarà stato per questo che non mi sono mai fermato nel reclamare, sollecitare, segnalare, sensibilizzare a volte anche urtando la suscettibilità di alcuni. Siamo stati in tanti a batterci, i Sindaci che mai hanno mollato, anche quando poteri alti fingevano di non vedere ne sentire, le Associazioni, i tanti cittadini e soprattutto NON la politica importante, ma quella periferica, dei territori, la più vera e sincera che carica sulle proprie spalle i problemi reali, quotidiani, della gente comune. Il 20 settembre 2017 è stato un giorno importante, i sindaci di Praia e Tortora, Praticò e Lamboglia insieme ai colleghi dell’intero territorio hanno reso noto e spiegato un documento importantissimo, il Dispositivo del Commissario Sciabica che dà esecuzione alla Sentenza del Consiglio di Stato per l’apertura del l’Ospedale di Praia a Mare. Ha perso lo Stato e quella politica che ne aveva disposto e mantenuto l’annullamento. Ha vinto la Giustizia, hanno vinto i cittadini, ha vinto la vita. Quanto è costato questo provvedimento! Non i termini economici ma in vite umane, tanto, troppo, ricordiamoli tutti, ad uno ad uno. Certo ci vorrà ancora del tempo e tanto lavoro ed impegno affinché venga attualizzato quanto disposto ma nessuno mollerà e si continuerà a lottare, a battersi per il diritto alla vita. Un monito ed una lezione, mai perdere i beni preziosi collettivi ottenuti e che insieme con volontà, determinazione ed unione di intenti i risultati arrivano per l’interesse ed il bene di tutti. Continuiamo così.

Raffaele Papa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: