Ospedale di Praia, dalle aspettative nulla di concreto. L’imprimatur del Pd sulla riapertura.

dialisiPraia a Mare – Si era presentata come una giornata carica di aspettative. Ma anche pronta per essere affrontata con sfida, da parte, soprattutto, di chi per l’ospedale ci ha messo di suo e che ora finalmente può avere una risposta. L’incontro del Pd dinanzi all’ospedale si è trasformata in una passerella, come la vigilia aveva prospettato. Non ci sono state polemiche, al contrario tutto si è svolto in un clima di confronto sereno e pacato. Si è discusso di tutto, ma si è detto ben poco. Ieri mattina Ernesto Magorno e Enza Bruno Bossio, segretario regionale del Pd e deputata, hanno preferito affrontare la situazione e presentarsi direttamente in ospedale. L’incontro presso la sede municipale è poi saltato per la mancanza del sindaco di Tortora, Pasquale Lamboglia. Ad accoglierli una folta rappresentanza di medici, infermieri, personale e gente comune. Non sono mancate le critiche e anche forti per la cosiddetta passerella, non vista di buon occhio dai tanti presenti. Antonio Praticò, sindaco di Praia a Mare, nel prendere la parola ha ringraziato il suo collega di Tortora Pasquale Lamboglia per come si è speso in termini istituzionali e politici. Come si ricorderà ieri il primo cittadino di Tortora aveva espresso alcune perplessità sull’appuntamento politico. Praticò non si è risparmiato e ha indicato passo dopo passo quanto avvenuto in questi anni. Ha naturalmente ringraziato anche il presidente della giunta regionale Mario Oliverio, per come ha gestito la questione. A lui si è appellato Praticò per una diversa visione della sanità pubblica. Poi hanno preso la parola Ernesto Magorno e Enza Bruno Bossio. Magorno all’apertura del suo discorso ha subito sottolineato come la riconversione del Capt di Praia in Ospedale sia dovuta ai sindaci. “Però ora – ha detto Magorno – è necessario costruire un percorso unitario tra gli amministratori e la politica per evitare l’emigrazione sanitaria”. Ovviamente il pensiero è andato a Scopelliti ed alla sua decisione di chiudere l’ospedale di Praia. E dell’impegno della Bruno Bossio ne ha parlato Vincenzo Cesareo, direttore sanitario del plesso. A riunione finita la Bruno Bossio, accompagnata dal marito, Nicola Adamo, e dalla responsabile del Capt, Angela Riccetti, ha fatto visita ai vari reparti. Si è soffermata soprattutto al Punto di primo intervento e al reparto di Dialisi. Insomma un incontro giusto e anche forse necessario. Ma lo scetticismo ha regnato sovrano. Manca il personale, mancano i macchinari: insomma c’è da ricostruire un’intera struttura dall’inizio. Ed è ciò che spaventa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: