“Vivere la sofferenza degli altri”: è il tema del libro presentato a Castrolibero

“Il male del mondo” è il titolo del libro di Francesco Plastina presentato, per la prima volta, a Castrolibero. La comunità di Castrolibero, paese che ha dato i natali all’autore, ha testimoniato il proprio affetto al giovane scrittore attraverso una sentita partecipazione all’incontro dedicato alla presentazione. L’evento, svoltosi nella suggestiva sala conferenze “San Giovanni”, è stato moderato da Salvatore Scarola che ha anche interpretato alcuni passi del testo creando un’atmosfera coinvolgente tra i numerosi intervenuti. Alla presentazione hanno partecipato il Sindaco di Castrolibero Giovanni Greco, il Consigliere Regionale Orlandino Greco, la Presidente della Commissione Cultura di Castrolibero Angela Gatto e Don Franco Zumpano. Il libro affronta la dimensione del dolore personale che diventa la chiave di lettura di quello altrui. Il romanzo è costruito seguendo un percorso introspettivo che il protagonista vive attraverso il legame dei sentimenti. La capacità di sentire viene trasmessa al lettore attraverso un racconto, ambientato nelle città di Baltimora e San Francisco, che si svolge in prima persona, e che riesce ad emozionare. La trama si sviluppa intorno alla storia di un omicidio e della vicenda personale del protagonista che, come evidenziato dall’autore, rappresenta il disagio vissuto da quei giovani che hanno difficoltà di inserimento e socializzazione. Il protagonista, però, possiede un “dono” che è quello di riuscire a sentire e vivere la sofferenza degli altri. Ed è proprio questo dono che diventa strumento di analisi interiore. Dopo una fuga dal dolore, come condizione temporanea dell’esistenza, che allontana dalle proprie radici senza riuscire a reciderle, il protagonista, Roy, è chiamato ad affrontarlo. Il romanzo, pur non essendo autobiografico, nasce dagli stimoli vissuti nel quotidiano da parte del promettente autore che, attraverso una interpretazione empatica degli stessi, sviluppa la trama di una storia che è in grado di coinvolgere completamente il lettore attraverso la condivisione del proprio sentire. E’ la seconda fatica letteraria quella di Francesco Plastina che appare già un successo annunciato.

Tiziana Forestieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: