Diamante Futura: “Vogliamo sapere se ci sono responsabilità e complicità sul porto”. Via libera alla Commissione

giuseppe_dagostinoDiamante – “Il nostro gruppo vuole far emergere se esistono responsabilità e complicità politico-amministrative che hanno consentito il fermo dei lavori portuali, sia quelli a mare che quelli a terra”. Punta i piedi il gruppo consiliare “Diamante Futura” reduce dall’aver incassato la carica di presidente, nelle mani di Giuseppe Savarese, della commissione conoscitiva sul porto. “Finalmente si è insediata la Commissione sul porto, meglio tardi che mai”, scrive il coordinatore Giuseppe D’Agostino (nella foto a sinistra). “Meglio tardi che mai, ripetiamo oggi, in riferimento alle tante voci che si sono improvvisamente svegliate dal torpore di un decennio e che ora prendono iniziative in linea con quelle da noi perseguite sin da quando il Concessionario ha presentato il progetto di variante dei lavori di costruzione del Porto di Diamante. Ora serve l’unità del paese e, quindi, non è il momento per iniziare sterili polemiche, anche se è opportuno evidenziare come queste iniziative spuntino all’indomani della costituzione della Commissione Consiliare da noi richiesta. Siamo certi che ci saranno importanti sviluppi sulla vicenda e siamo altresì certi che se il Governo comunale avrà il coraggio di mettere in atto quanto verrà indicato dal legale nominato dal Comune e dalla Commissione Consiliare ci verrà immediatamente riconsegnata l’area portuale e, successivamente, raggiungeremo anche l’obiettivo di non vedere più il nostro Comune come una semplice comparsa nell’iter amministrativo di realizzazione dell’opera; saremo attori principali di un set in grado di riproporre il completamento dei lavori portuali, sia a terra che a mare”. D’agostino evidenzia il ruolo che spetta alla commissione: “Saremo attori trasparenti: al fine di evitare rappresentazioni distorte della realtà abbiamo richiesto la pubblicazione di tutti gli atti e verbali della commissione consiliare sul sito del Comune e sull’Albo Pretorio On Line, a partire già dalla prima riunione che si è tenuta il 15 novembre, così i cittadini potranno verificare autonomamente il lavoro svolto dalla Commissione, senza interpretazioni di parte, in modo che gli atti ed i verbali siano l’unica rappresentazione della verità”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: