Belvedere, intervento all’anca alla Casa di cura Cascini: quando la sanità è di eccellenza

cascini_1Belvedere – Una struttura di eccellenza che supera di gran lunga le più rosee previsioni. Una struttura, quella di Belvedere Marittimo, la Casa di Cura Cascini, che da anni si è collocata nel panorama della ottima sanità. Un delicato intervento è stato compiuto nei giorni scorsi su un paziente di Belvedere, Antonio Donato Grosso, il quale appunto ha voluto ringraziare il personale medico e paramedico, per la qualità dell’intervento e per i servizi del postoperatorio. L’intervento ha riguardato l’anca con una protesi. Una operazione quasi di routine per la Casa di Cura Cascini, ma che comporta, come tutti gli interventi chirurgici, la massima attenzione. “L’intervento è andato benissimo – ha detto Antonio Donato Grosso – sono stato seguito e visitato dalla equipe dei medici. Finita la terapia posso dire che mi sento come rinato”. Ad operare Donato Grosso il dottor De Micheli e il dottor Perlongo, con l’ausilio degli anestesisti Rizzo e Campilongo. “Questa – ha concluso Donato Grosso – è una eccellenza per il nostro paese”. La Casa di Cura Cascini presenta 65 posti di degenza per acuti e 20 per post-acuti, con una ampia offerta sanitaria: Chirurgia generale e ginecologia, Urologia, ortopedia e traumatologia, interventi ricostruttivi e protesici di spalla, anca, ginocchio e colonna vertebrale. La clinica offre ogni anno assistenza a circa 4800 pazienti. Il reparto di ortotraumatologia esegue circa mille interventi protesici, artroscopici e correttivi di patologie post traumatiche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: