Scalea, Alternativa Popolare presenta idee e progetti per una nuova conferenza programmatica

Scalea – Idee e Progetti per una nuova conferenza programmatica. Nei giorni scorsi il circolo di Alternativa Popolare di Scalea, con i suoi dirigenti e l’intero direttivo, ha partecipato ai lavori della Conferenza Programmatica del partito, tenutasi al Marriot Hotel di Roma, alla presenza dei dirigenti nazionali nonché dei vari delegati regionali, provinciali e zonali provenienti da tutta Italia. Grande soddisfazione è stata espressa dai componenti del direttivo del circolo di AP di Scalea, i quali esprimono intensa e profonda gratitudine per l’opportunità concessa loro di poter presenziare ad un incontro programmatico di così alto spessore. Tra le tematiche affrontate, forte rilievo è stato dato allo sviluppo e agli investimenti.

“Siamo all’inizio di una nuova stagione – si legge nella nota diffusa – che deve riportare al centro politiche di investimento strutturali, sia a livello europeo che nazionale, è altresì necessario un ripensamento del sistema fiscale che costituisce ancora un freno per la crescita delle imprese, per lo sviluppo e per l’occupazione dell’intero Paese. E’ indubbio che l’economia nazionale e globale sia profondamente cambiata, al contrario di uno Stato che invece non riesce ancora ad interpretare le nuove sfide. Nel progetto di un nuovo patto fiscale – si legge ancora – emerge un punto di estrema rilevanza ovvero “impresa 4.0” in cui, tra gli obiettivi proposti, figurano l’ammortamento e super ammortamento esteso al turismo e la conseguente deducibilità degli stessi alle ristrutturazioni di strutture turistiche ed alla creazione di nuovi prodotti turistici”. Questo è un tema – continuano i membri del direttivo – che ci tocca nel profondo poiché Scalea, come del resto tutto il Sud, è un Paese che vive essenzialmente di turismo”.

Proprio del Sud si è ampiamente discusso nella Conferenza attraverso l’intervento di uno dei suoi esponenti più autorevoli, il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Sen. Antonio Gentile. Quest’ultimo ha affrontato il tema delle imprese e proposto un moderno piano per il mezzogiorno. “Siamo ottimisti – continuano dal direttivo – poiché, come certificato dalla Banca d’Italia, per la prima volta le Regioni del Sud stanno crescendo più di quelle del Nord”.

Altro commendevole obiettivo è l’introduzione del quoziente familiare poiché Alternativa Popolare pone la famiglia, luogo in cui si coltivano futuro e armonia sociale, al centro del dibattito politico nonché la richiesta di rifinanziamento del bonus bebè, nostra proposta ormai divenuta realtà, in scadenza alla fine di quest’anno e che speriamo sia riproposta con forza nella prossima legge di stabilità.

Punto centrale, all’interno del confronto tra i componenti del partito, è sottolineare come una rivoluzione moderata oggi, in Italia, è più che mai necessaria, presupposto di una sfida elettorale che può vederci protagonisti misurandoci anche da soli con l’elettorato italiano.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: