Sul porto di Diamante le luci della popolazione. Tanta gente alla fiaccolata in segno di protesta

Diamante – Una manifestazione riuscita in pieno quella che ha caratterizzato un freddo lunedì di dicembre la città di Diamante. C’era tanta gente che silenziosamente ha calcato le strade della cittadina tirrenica in segno di mesta protesta sul silenzio calato sui lavori, iniziati e mai conclusi, sul porto. Un’opera pubblica ferma da almeno dodici anni e diventata una discarica a cielo aperto. Il “Movimento popolare” ha dato una scossa alla palude che si è creata sulla vicenda, e la riuscita della fiaccolata con la partecipazione di 500 persone, dimostra come sia viva l’attenzione della popolazione sull’argomento. Successo anche della raccolta firme, che ha superato le 600 firme, 100 della quali nella sola Cirella. Alla manifestazione è giunta la partecipazione delle associazioni degli albergatori, dei diportisti, dei lidi balneari e del Centro sociale “Immacolata Concezione”, mentre i commercianti hanno spento le vetrine e le insegne dei propri negozi accendendo una candela in segno di solidarietà. Anche il Comune ha voluto lanciare un messaggio facendo spegnere durante la fiaccolata le luminarie di Natale nelle strade del paese. Il Movimento si riunirà nuovamente giovedì 21 dicembre per scambiarsi gli auguri di Natale e fare il punto della situazione. Il paese è oramai in fermento e il prossimo 27 Dicembre ci sarà un consiglio comunale ad hoc sulla questione portuale dove la “Commissione d’inchiesta sul porto” nata un mese fa darà le risultanze del proprio lavoro.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: