S. Maria, servizio idrico garantito dal bilancio comunale

Santa Maria del cedro – Il Comune ha garantito il servizio idrico locale. A sostenerlo è il primo cittadino, Ugo Vetere, che spiega come la differenza tra quanto versato e da versare, secondo le indicazioni dello Stato, sia stato compensato attraverso l’intervento dell’amministrazione. Per l’anno 2016 il costo del servizio idrico è stato di euro 1.135.330,54 . I costi più importanti hanno riguardato per euro 346.000,00 per ” acquisto acqua”, euro 70.764,22 per lavori straordinari – realizzazione di nuovi tratti di rete -, euro 203.000,00 per le stazioni di sollevamento, euro 333.010,00 per Enel. Il ruolo inoltrato ai contribuenti è pari ad euro 923.000,00. “Considerato – scrive Vetere in una nota – che per norma nazionale il Comune deve chiedere ai contribuenti l’intero costo del servizio – come per i rifiuti – va da se che la differenza tra quanto richiesto e il costo del servizio, è stato garantito da questa amministrazione con fondi di bilancio comunale. Ovvero 212.330,54 mila euro sono stati corrisposti con fondi di bilancio comunale. Resta inteso che il Comune non incasserà l’importo portato dal ruolo. Pertanto la somma che verrà ” colmata” con fondi di bilancio comunale sarà notevolmente superiore. Tanto per dovuto conoscenza e dedicato soprattutto a chi blatera e nulla conosce dell’agire amministrativo. Tale ” buco”, si aggiunge a quello relativo agli altri tributi ( Tari e Tasi), senza dimenticare i DUE milioni di euro in meno trattenuti per il fondo di solidarietà. Solo un lavoro serio, certosino dei dipendenti comunali tutti e grazie all’oculatezza di chi amministra, ancora oggi il Comune di Santa Maria del Cedro riesce a sopravvivere e non avere debiti con nessuno”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: