In casa avevano della Marijuana. Due arresti a Paola

Paola – I Carabinieri della Compagnia di Paola a seguito delle direttive del Comandante Provinciale dei Carabinieri, Ten. Col. Piero Sutera, sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica, diretta dal Procuratore Pierpaolo Bruni – hanno dato impulso alle attività di repressione delle condotte rientranti nel Testo Unico sugli Stupefacenti. I militari hanno arrestato due uomini di Paola, un 39enne ed un 37 enne noti alle forze dell’ordine, per il reato detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. I Carabinieri della Compagnia di Paola – Nucleo Operativo e Radiomobile e Stazione principale, al comando del Capitano Giordano Tognoni – hanno tratto in arresto un 39enne ed un 37enne di Paola, noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti a fini di spaccio. Nel quadro dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio nell’area urbana della Città di San Francesco, disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Cosenza sotto il costante coordinamento della Procura della Repubblica, a seguito di alcune segnalazioni relative ad uno strano via vai di persone in ingresso e uscita da alcuni stabili del centro cittadino, i militari hanno proceduto alla perquisizione di due appartamenti nella contemporanea disponibilità di un 39enne ed un 37enne di Paola, comprese le rispettive pertinenze. Le operazioni di perquisizione condotte nelle due abitazioni hanno consentito di portare alla luce un cospicuo quantitativo di sostanze stupefacenti e da taglio: 150 grammi di marijuana, contenuti in una busta di plastica sottovuoto; un grammo di cocaina ed una trentina di grammi di lidocaina. Posti sotto sequestro anche 1.050,00 euro in banconote di piccolo e medio taglio; numerosi bilancini di precisione; un macchinario per il sottovuoto ed altro materiale destinato al confezionamento. Le analisi condotte con celerità dal Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti dell’Arma dei Carabinieri hanno permesso di accertare che dal quantitativo di sostanza stupefacente sequestrata, sulla base del principio attivo contenuto nello stesso, avrebbero potuto essere ricavate circa 950 dosi da destinare alla vendita al dettaglio. Gli arrestati, terminate le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Paola, coordinata dal Procuratore Pierpaolo Bruni, sono stati tradotti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive residenze, a disposizione dell’A.G. procedente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: