GiroFlop, Belvedere: il sindaco minaccia, l’assessore chiarisce

Meglio tardi che mai. Si potrebbe aggiungere. Ma anche legittimo e doveroso da parte del sindaco di Belvedere, Enrico Granata e dell’assessore Francesca Impieri, focalizzare quanto accaduto la scorsa settimana al passaggio del Giro d’Italia, allorquando la cittadina tirrenica è diventata sobborgo della più nota Diamante. In una lettera inviata al direttore di Rai Sport il primo cittadino spiega le ragioni che l’hanno spinto a sollecitare all’azienda statale spiegazioni sull’errore grossolano di scambio di paese e le pochissime immagini trasmesse, circostanza che ha prodotto tanta delusione tra i concittadini. Si, perché Belvedere è un concentrato di storia con il suo castello cultura, bellezza, ambiente, arte con i suoi mosaici e tanto altro ancora. E sottolinea anche l’importanza del canone Rai che anche i cittadini di Belvedere pagano. Dal canto suo l’assessore Impieri, delegata al turismo, sottolinea: “Non si può dar colpa a un’amministrazione degli errori o ignoranze di un cronista. Una cosa – scrive la Impieri – è l’organizzazione del Giro che si può dire essere stata una macchina perfetta; altra cosa  è invece la diretta Rai, con i gravissimi errori commessi, organizzata dalla Tv Nazionale direttamente, che nessun legame diretto ha con l’organizzazione del Giro e, men che meno, con gli amministratori locali”. Si insomma la colpa è della Rai che avrebbe dovuto avere a disposizione giornalisti coscienti e consapevoli del territorio che andavano a commentare durante la corsa.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: