Ma la scuola elementare della Marina è sicura? Il silenzio del corpo docente e dell’assessore ai LL.PP.

Belvedere – Ma la scuola elementare della Marina di Belvedere è sicura oppure no? Se lo chiedono in tanti sui social. Soprattutto all’indomani di quanto accaduto a Fermo (come si vede nell’immagine in alto – foto Ansa.it) dove il tetto di una classe è venuto giù. Inesorabilmente. Ora sono tante le mamme e i genitori a chiedere maggiore sicurezza. La struttura è vecchia. Abbastanza da richiedere interventi, se non immediati, quantomeno di controllo. E le preoccupazioni che viaggiano accanto ad essa ci sono tutte. A Fermo tanta paura. Solo un puro caso, legato all’orario dell’evento, ha permesso che non si trasformasse in una strage. A provocare il crollo sarebbe stato il cedimento di una capriata. Quando poi queste storie coinvolgono l’opinione pubblica ci si domanda se anche le strutture presenti sul territorio siano sicure o necessitano di interventi. La patata bollente passa quindi nelle mani dell’amministrazione comunale. Ed è ciò che chiedono la maggioranza dei genitori. Per alcuni “Le scuole elementari della Marina rischiano un evento simile, non delle stesse proporzioni ma sempre di pericolo per l’incolumità di bambini e corpo docente si tratta”. “Non so se il rischio è reale – si legge ancora – ma sicuramente nessuno ha fornito informazioni esaurienti o confortanti”. Dito puntato anche contro il corpo docente: “Non ho mai sentito e ne visto, in tutte le riunioni che abbiamo fatto, un corpo docente che abbia sollevato questo tipo di problematica. Strano: dentro l’istituto ci sono anche loro. Spero non accada mai nulla”. Una richiesta di incontro è stata sollecitata dall’ex consigliere comunale ed esponente del Pd, Riccardo Ugolino, all’assessore ai lavori pubblici Marco Liporace, per tramite il consigliere attuale di “Cambiaverso”, Francesca Ugolino. Un incontro che dovrebbe quanto meno chiarire alcuni dubbi che attanagliano i genitori. Da spingere l’ufficio tecnico a rassicurare ed ad assumersi le proprie responsabilità. In tanti si augurano che le operazioni di sicurezza prendano il via in tempi brevissimi.

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: