Belvedere, elezioni amministrative 2019. Cercasi candidato a sindaco

Che sia un sindaco vicino alla gente e al territorio: è questa la risposta che la maggior parte dei belvederesi si augura per la prossima tornata elettorale. Manca un anno esatto alla chiamata alle urne, per la precisione si voterà il 26 maggio 2019, in concomitanza con le europee. E già i giochi sono aperti e le prime alleanze, quelle che si basano sulle fritture di pesce, cene, cenette, caffè e ammazzacaffè, sono già in fase di realizzazione. Anzi alcune già saldamente fatte e altre in fase di arrivo. Progressivamente. Ma in modo lento. A fidarsi è bene, ma non fidarsi… è sempre una buona norma. Del “nuovo” tanto auspicato, al momento, non si intravede nulla. O quasi nulla. Il ricambio generazionale, nemmeno stavolta, sarà possibile, se i nomi che circolano (sempre nelle famose cenette) sono gli stessi. Partiamo dalla maggioranza uscente. In pole position c’è il vicesindaco attuale Vincenzo Spinelli, leader territoriale di Fratelli d’Italia e pronto a spiccare il volo e a sedersi sullo scranno di primo cittadino. A sostenerlo dovrebbe essere gran parte dei componenti dell’esecutivo (si, insomma quelli che portano voti): l’attuale sindaco Enrico Granata, Maria Rachele Felicetti e in forse Marco Liporace. Mentre sul piano opposto si registrano movimenti di certo molto interessanti. A candidarsi a sindaco si intravede la figura di Francesca Impieri, attuale assessore al turismo e cultura. Sostenuta in buona parte da imprenditori locali che vedono nella Impieri una nuova figura decisamente spendibile. Ma, e questa è una novità, alcuni danno per certa la candidatura del compagno della Impieri, l’avvocato cetrarese ma ormai residente da tempo a Belvedere, Vito Caldiero. Alle sue spalle una candidatura nella sua Cetraro e un passato politico di rilevanza. Sempre dalla stessa parte, ovvero di area centrodestra, si registra il passaggio di Gilberto Raffo, candidato a sindaco e già consigliere provinciale. Anche per lui un passato politico che gli ha permesso di formarsi in ambito più ampio. Vincenzo Cristofaro, invece, ex assessore al turismo del “Granata Ter” è intenzionato a non muoversi dall’area che vede la Impieri candidata. Il centrosinistra presenta più cavalli di razza scalpitare per un posto in prima linea: il segretario del Pd, Ugo Massimilla, l’attuale consigliere di minoranza, Barbara Ferro e Eugenio Greco, avvocato ed esponente della sinistra meno radicale. Degli ex candidati a sindaco Riccardo Ugolino ha già comunicato il suo forfait alle prossime elezioni. Ha da tempo lasciato lo scranno di consigliere per dedicarsi alla più fattiva attività politica. Vincenzo Carrozzino, anch’egli avvocato e già esponente di “Rinascimento – Liberi e coraggiosi” pensa invece ad un accordo con l’area di ispirazione centrista. Insomma al momento due piatti della stessa bilancia decisamente equi. Il M5S presenterà la lista e spera di convogliare gli oltre mille voti raggiunti alle ultime politiche. Non è esclusa una candidatura dell’attuale portavoce Salvatore Bellanza.

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: