Salvi due bagnanti travolti dalle onde. Intervento della Guardia Costiera di Cetraro

Quello appena trascorso è stato un fine settimana di grande impegno per le donne e gli uomini dell’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera di Cetraro. Numerosi sono stati infatti i controlli svolti nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2018”, da parte del personale delle dipendenti Motovedette ed a terra lungo le spiagge del litorale tirrenico cosentino, al fine di salvaguardare la vita umana in mare e preservare l’ambiente marino. Sebbene infatti fossero state chiaramente annunciate le avverse condizioni meteo e le bandiere rosse venivano prontamente issate dagli assistenti bagnanti, nella giornata di domenica numerose sono state le segnalazioni di bagnanti in difficoltà. Nel primo pomeriggio di domenica, a sud del Comune di Cetraro, nella spiaggia antistante il villaggio Calabriamare, una turista cosentina di 25 anni, a causa del mare mosso, veniva trascinata da una corrente di risacca al largo. Un cinquantenne professore di educazione fisica di Cosenza, richiamato dalle urla di aiuto, si tuffava per soccorrerla portando con se un salvagente giocattolo, seguito poco dopo dal fidanzato della malcapitata. I tre, a causa delle avverse condizioni del mare, non riuscivano però a rientrare verso riva, con il rischio di finire pericolosamente sulle barriere frangiflutti poco distanti. Solo grazie al tempestivo intervento della Motovedetta S.A.R. CP 851 i bagnanti sono stati tratti in salvo, evitando il peggio, e la giovane donna, molto scossa per l’accaduto, veniva affidata per gli accertamenti sanitari di rito all’Ambulanza del Servizio 118 di Cetraro.

Nel pomeriggio di domenica un altro giovanissimo bagnante di San Lucido veniva prontamente recuperato da un sottufficiale della Guardia di Finanza libero dal servizio, tramite l’ausilio di una tavola SUP.

Con l’occasione si ricorda che per qualsiasi emergenza in mare è appropriato chiamare direttamente la Guardia Costiera, responsabile del soccorso in mare, al fine di consentire un intervento tempestivo sul posto, al numero blu 1530, che per ogni emergenza in mare è sempre attivo, 24 ore su 24, ed è gratuito da cellulare e da telefono fisso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: