Lo specchio della società nell’ultimo libro di Martino Ciano, “Zeig”

E’ stata presentata, nel suggestivo belvedere di Sa Nicola Arcella, la terza fatica letteraria del giornalista e scrittore Martino Ciano. “Zeig” è il risultato di una riflessione matura. E’ lo specchio della società basata sul ciclo del consumo che distrae da sé e dalle proprie passioni.  Una società, dunque, dominata dalla felicità apparente in cui tutti sono chiamati a vivere per produrre e consumare; un circolo vizioso, un male necessario da cui non ci si può sottrarre, diventando preminente l’esigenza di  mantenere intatto il sistema ma “Lo stato di alienazione e di indifferenza in cui si rischia di cadere a causa di una società costruita per distrarre ed annientare il pensiero – ha detto Ciano –  la organizza e la basata sull’indifferenza che finisce per annientare le passioni”.

L’appuntamento si è arricchito attraverso il dialogo vivace tra l’autore ed il giovane scrittore, Napoleone Dulcetti.  A Nicoletta Toselli, invece, è stato demandato il compito di leggere alcuni passaggi del libro da cui sono stati tratti interessanti spunti di riflessione. L’evento ha visto la partecipazione di molte persone che, attratte dai pensieri e dai ragionamenti espressi dall’autore, hanno colto l’occasione per rivolgere domande ed approfondire i contenuti del libro. Un’esposizione sapiente e raffinata quella di Ciano che ha fatto emergere anche l’importanza dei molti autori che hanno influito sulla sua crescita culturale e letteraria.

Tiziana Forestieri

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: