Cetraro, si dimettono Angilica e Pascarelli. Crisi al Comune. Socialisti sul piede di guerra

“A seguito della riunione di partito di ieri sera, insieme al collega Pascarelli abbiamo formalmente rimesso il nostro mandato di Assessore e Presidente del Consiglio nelle mani del Sindaco”. Inizia così la nota affidata ai social dell’assessore dimissionario, Fabio Angilica. “Nonostante i notevoli risultati di questi anni – si legge – e le importanti opere che ancora attendono di essere realizzate, è indubbio che qualcosa nella maggioranza non funziona. Per tale motivo, in attesa di capire meglio le ragioni di tale malessere anticipate a mezzo stampa da importanti esponenti dell’esecutivo, abbiamo ritenuto opportuno agevolare il lavoro del Sindaco, che valuterà quali siano le migliori soluzioni da trovare nell’esclusivo interesse del paese, facendo come ovvio un passo indietro. Proprio perché abbiamo interpretato il nostro ruolo come un servizio da rendere alla comunità e mai come mezzo di cui servirsi, la via naturale è stata la rinuncia alla nostra carica, essendo da sempre convinti che il nostro destino non possa mai essere preminente sugli interessi della città”. Durante la riunione di ieri sera i socialisti hanno inteso ribadire la fiducia e la stima al Sindaco Angelo Aita, ringraziandolo per i lusinghieri risultati amministrativi che, insieme alla sua squadra di governo ed ai consiglieri di maggioranza, sono stati raggiunti in questi tre anni di legislatura. Risultati che sono a tutti evidenti e che sono solo in parte rappresentanti dalle opere pubbliche già realizzate (che evitiamo di elencare) e da quelle che stanno per essere avviate e che citiamo a sommi capi: potenziamento della struttura portuale, realizzazione nuova rete fognaria delle zone collinari, ricostruzione campo sportivo, adeguamento antisismico degli edifici scolastici, il tutto per un investimento di oltre 15 milioni di euro.
Tuttavia, nonostante gli ottimi risultati amministrativi, è palese che qualcosa all’interno dello stesso gruppo di maggioranza non funziona. Altrimenti non si capirebbe l’inaspettata presa di posizione esposta di recente sulla stampa dall’assessore Cesareo e dal gruppo di IDM, che pure ha finora partecipato in piena sintonia con l’azione di governo, esaltandone sempre meriti e risultati. “Crediamo pertanto che sarebbe un grave errore non prendere atto della situazione di sfilacciamento che gioco forza si verrà a creare se dovesse perdurare ancora l’attuale “stallo politico”. Una condizione che certamente non giova alla Città e che potrebbe comprometterne il definitivo rilancio.
Pertanto come socialisti, proprio per la forte responsabilità che avvertiamo nei confronti della Città, riteniamo necessario che si proceda, con urgenza e senza ulteriori indugi, ad una attenta riflessione interna alla maggioranza”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: