Belvedere verso il voto. E se il prossimo sindaco si chiamasse Vincenzo ?

Metti caso che Vincenzo Cascini scenda in campo. E non stavolta come supporto ad una coalizione, ma personalmente. Si insomma, alla guida di un gruppo. Non ci sarebbe “trippa per gatti”, come si suol dire. E metti caso che il Movimento 5 stelle decida di fare una propria lista guidata da un altro medico, il dottor Nicola Capparelli, conosciuto come apprezzato ortopedico e titolare di una struttura alberghiera di una certa consistenza economica. E ancora un centrosinistra pronto a sostenere una guida in grado di fronteggiare due “siluri” di tale portata, con nomi di sostanza: Barbara Ferro, Eugenio Greco, Vincenzo Carrozzino, Ugo Massimilla e perché no, Riccardo Ugolino, che il pensierino di vedersi sindaco non l’ha mai lasciato. Ad ogni modo le primarie sembrano essere l’unica soluzione per trovare un solo uomo (o donna) al comando della coalizione. Ci sono tanti Vincenzo in corsa: Spinelli, Cristofaro, Carrozzino, Cascini. Abbiamo l’imbarazzo della scelta. Vincenzo Spinelli, attuale vicesindaco, non ha mai abbandonato l’idea di proseguire nella scia di Enrico Granata e continuare a governare il paese. In tal senso si sta muovendo. Ma all’ombra di Vincenzo Cascini farebbe il classico passo indietro. Quest’ultimo non è molto propenso a fare il sindaco. Troppi impegni professionali lo porterebbero ad allontanarsi dalla sua attività, ma sarebbe l’unica figura in grado di convogliare le forze di corrente centrista di Belvedere. Si insomma migliaia di voti. Vincenzo Cristofaro prende il caffè la mattina ogni volta con personaggi diversi: tutti propensi a sostenerlo. Si insomma si muove nell’ombra. E sembra che abbia imparato la lezione: mai fidarsi degli altri. Il tutto condito con la benedizione di zio Pino (Gentile). Vincenzo Carrozzino potrebbe essere la figura di raccordo del centrosinistra. Non hai mai perso il desiderio di ricoprire il ruolo di primo cittadino. Ma in questo caso si scontrerebbe con le velleità di Barbara Ferro pronta a governare il paese. Troppi galli in un pollaio. E domani Massimo Misiti, il deputato M5s, farà un salto a Belvedere. Capiremo il perché. Consiglio non richiesto: Se Barbara cambiasse nome e diventasse … Vincenzo?

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: