Uccise un noto oculista di Diamante, condannato l’autore dell’incidente stradale per omicidio colposo

Si e’ concluso, ieri, dopo cinque anni, presso il Tribunale Penale di Crotone- Giudice Marco Bilotta, il processo a carico di Nicola Brasacchio, imputato di omicidio colposo per la morte, a seguito di sinistro stradale, del noto oculista diamantese, dr Antonio Perrone, avvenuta in Isola Capo Rizzuto il 29 aprile 2013.
L’imputato, e’ stato difeso dall’avvocato Leonardo Iannotta del Foro di Crotone mentre gli eredi del dott Perrone, si sono costituiti parte civile con il patrocinio degli avvocati Francesco Liserre e Giuseppina Falcone, quest’ultima del Foro di Crotone. In particolare, nelle prima mattinata di quel 29 aprile 2013, il dott. Perrone, uscendo da un distributore di benzina e dopo essersi immesso sulla SS 106 Ionica, con direzione di marcia Crotone- Catanzaro, veniva violentemente travolto dall’autovettura condotta dall’imputato e proveniente dall’opposta corsia di marcia che, a causa dell’elevata velocita’, compiva una manovra irrazionale, invadendo la corsia di marcia dell’oculista diamantese, trascinandolo in una scarpata per circa 25 mt. A seguito del violentissimo impatto, il medico, per le gravissime lesioni riportate ad organi vitali, decedeva subito dopo nell’ambulanza giunta per i primi soccorsi. Il processo, durato per ben cinque anni, ha registrato la partecipazione di agenti della locale Polizia stradale e dei consulenti del Pm e delle parti civili, incaricati di ricostruire le fasi di quei drammatici momenti. Ieri, a seguito delle discussioni delle parti, il Giudice ha condannato l’imputato, senza il beneficio della pena sospesa, ad otto mesi di reclusione, oltre al pagamento di una provvisionale e delle spese di costituzione di parte civile, in favore degli avvocati Liserre e Falcone che hanno espresso viva soddisfazione per un primo traguardo processuale di verita’ e giustizia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: