Spolitu sotto casa di Oliverio. Capodanno al freddo per una “nuova resistenza”

Nel gelo di San Giovanni in Fiore, mi sono sempre più convinto della grandezza morale di tutti i calabresi. Gli abitanti del paese mi hanno riempito di attenzioni: chi ha portato caffè caldo, chi thè, chi vino, chi un brodo caldo, chi dolcetti locali di Capodanno, tante ma tante strette di mano e pacche sulle spalle. La famiglia del Presidente Oliverio mi è sempre stata vicina e li ringrazio tutti, per le attenzioni prestatemi. Il Presidente Oliverio? Per la sua delicata situazione giudiziaria, non mi voglio esprimere. Dico solo che non si arrenderà mai e che ha compreso il mio invito alla “RESISTENZA”. Ricevo continuamente attestati di solidarietà, che ovviamente fanno piacere ed a tutti trasmetto un abbraccio caloroso, dal freddo di San Giovanni in Fiore! Vi prego, facciamo qualcosa! Qualunque cosa. Non a favore di qualcuno, ma per fermare la ghigliottina e la deriva sovranista e populista. Un C. L. N. è quello che ci vorrebbe. Dalla Calabria partirà la NUOVA RESISTENZA. Come sto fisicamente? “Io speriamo che me la cavo”!

Gino Domenico Spolitu

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: