Occhiuzzi (liberal democratici): “Nessun attacco alle donne. Giusto un confronto sui diritti delle donne” (con intervista audio)

 

“Come al solito quando si iniziano a tirare fuori argomenti “scottanti” che sono in contrasto con gli ideali, o meglio con il pensiero ultra moderno, ci si rivolta contro inorriditi. È quello che è successo al Segretario della Lega Salvini Premier di Crotone avv. Cerrelli per il manifesto dei giovani della Lega di Crotone, caso che è diventato nazionale”. Così la coordinatrice provinciale dei Liberal Democratici Francesca Occhiuzzi. Secondo la responsabile del partito un po’ più di accortezza nell’esprimere quelle idee non avrebbe guastato ed avrebbe evitato tutte queste polemiche che francamente trovo esagerate, grottesche ed alcune volte anche carnevalesche. Veder scagliare taluni personaggi politici di prima importanza contro questi giovani della lega e contro lo scritto contenuto nel manifesto è addirittura ripugnante. “Hanno analizzato letteralmente il testo – ha proseguito – e lo hanno condannato, ovviamente tutto volutamente esagerato. Non credo che quei giovani volessero davvero ritornare al medioevo, segregare le donne in casa a crescere figli ecc., volevano semplicemente, e mi pare anche giusto, esprimere liberamente il loro pensiero su argomenti come gender, utero in affitto, quote rosa (queste sì che offendono il valore e l’intelligenza della donna, che di certo non ha bisogno di essere garantita in Parlamento o in altri contesti da alcuna quota),  ed altro, ma ovviamente se esprimi il tuo punto di vista da cattolico, non lo puoi fare se non a rischio di sollevare un polverone ed essere etichettati come bigotti, contro i diritti delle donne(sic!) e le conquiste per affermare la parità di sesso, mentre se l’On. Cirinnà si fa fotografare con cartelli dove dice “Dio, Patria, Famiglia. Che vita di m@@@a” tutto va bene! Nessuno insorge, nessuno prende le distanze! E già, lo Stato è laico! Laico però non vuol dire senza Dio od essere in contraddizione con DIO. Proprio per questo, come esponente di un partito politico che crede nella laicità dello Stato, che altrettanto non sposa le tesi di nessun fanatismo religioso, e nemmeno vuole utilizzare certe tematiche a fini solo ed esclusivamente elettorale, ma che liberamente esprime  il proprio pensiero fondato sui valori cristiani a cui ci si ispira, a nome dei Liberal Democratici,  esprimo tutta la  mia solidarietà ai giovani della Lega di Crotone per le critiche esagerate subite e per gogna mediatica a cui sono stati esposti e  che li ha costretti ad annullare l’evento in programma a sostegno e non per sminuire la donna e i suoi sacrosanti diritti”.

Sostieni Lo Strillone

con un piccolo contributo sostieni l'informazione libera e senza censure

€1,00

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: