Belvedere, elezioni: incontro-scontro sul nome del candidato a sindaco. Cascini spiazza tutti e lancia la sua candidatura. Ma apre al dialogo

Sostieni Lo Strillone

con un piccolo contributo sostieni l'informazione libera e senza censure

€1,00

BELVEDERE – Incontro-scontro nella maggioranza sul nome del candidato a sindaco. Vincenzo Cascini spiazza tutti e lancia la sua candidatura. Ma è la maggioranza uscente che presenta parecchi problemi. E lo stesso leader uscente, Enrico Granata sembra in difficoltà nel gestire i suoi uomini. Con Vincenzo Spinelli che intende continuare a fare l’amministratore, Ciro Campilongo che ripropone velleità sindacali. Alle loro intenzioni è arrivato un grosso “auguri e in bocca al lupo” da parte di Cascini, ma anche una certa apertura nel discutere. Se qualcuno si aspettava un colpo di scena alla riunione di ieri sera è rimasto deluso. Non intende indietreggiare di un millimetro il noto chirurgo belvederese. E lo fa certo della fedeltà dei candidati che hanno già dato la loro disponibilità a correre con lui. Cascini non ha posto condizioni. Non ha nemmeno posto pregiudiziali nei confronti di alcuno, ma di certo non permetterà ad altre figure politiche di decidere sulla formazione della sua lista e nemmeno di dettare le linee politiche. La maggioranza per uscire dall’empasse in cui si è trovata ha chiesto a Cascini cinque giorni per decidere chi sarà indicato come candidato sindaco.

La riunione di ieri sera ha dimostrato le difficoltà che presenta Granata nel trovare un equilibrio nella sua coalizione. Uno scontro che si proietta su livelli provinciali e regionali, anche con un occhio alle prossime elezioni.

@try

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: