Cetraro, Uil Sanità: “Predisporre un nuovo piano sanitario”. E attacca Graziano Di Natale

Il sindacato UIL dell’ospedale di Cetraro disapprova il blitz effettuato in data 12/04/2019 del Consigliere Provinciale Graziano Di Natale che ha inteso iniziare la sua campagna elettorale guarda caso, proprio dal nostro Presidio.

Esprime inoltre piena solidarietà al collega sindacalista Luca Chiavazzo ritenendo la risposta del consigliere inadeguata ed inopportuna.

Prendendo spunto da una notizia apparsa sul Corriere della Sera che include la chiusura del punto nascita di Cetraro  in quanto non raggiungerebbe i 500 parti , dovuto certamente non alla mancanza di professionalità degli operatori ma ad un probabile  calo demografico fisiologico, e senza spendere più alcuna parola sulle altre tante problematiche che assillano ormai da tempo tutti gli ospedali calabresi compreso quello di Paola alle prese con il contenimento della frana sottostante l’ospedale .

Ha inoltre citato il decreto 64 per dirci tra le righe che il polo chirurgico oltre al punto nascite deve essere collocato a Paola ……..” senza fare campanilismo” .

A tal proposito vorremmo ricordare che anche l’ospedale di Cetraro dispone di sale operatorie efficienti e di recente ristrutturazione, nonché di una rianimazione e terapia intensiva, pista elisoccorso, spazi  vuoti enormi, centralità sul territorio, agevoli svincoli sia da nord che da sud, e soprattutto allocato in zona non sismica.

Alla luce di tutto ciò, ci auguriamo che il Commissario Cotticelli  riveda il decreto 64 e predisponga un nuovo piano sanitario che ridia all’ospedale di Cetraro il ruolo  e l’importanza che merita.

    

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: