Belvedere: non vuoi pagare l’acqua? Prendi a martellate il contatore. Quando i furbetti le pensano tutte

Ho deciso. Chiedo gli elenchi. Quel lunghissimo elenco redatto dagli uffici dove ci sono i nomi e i numeri dei cosiddetti evasori. Anche se una sbirciatina è d’obbligo. Già fatta. Si proprio quelli: i furbetti delle tasse non pagate. Di chi se la ride alle spalle degli altri. Di chi si crede che non pagando il dovuto, la fa franca. E i fessi pagano. Ma lo Stato prima o poi i soldi riesce a prenderseli. In un modo o nell’altro. E così andando a spulciare vedi che un grosso albergo o un altrettanto ristorante paga 300 euro di acqua all’anno. Si insomma quanto una famiglia di ceto medio, con due figli. Che fa un paio di lavatrici alla settimana e che usa la lavastoviglie solo in caso di visita dei parenti. La stessa cifra dell’albergo o del ristorante che di lavatrici ne fa migliaia a settimana per non parlare dell’uso dell’altro elettrodomestico. Roba da “striscia la notizia”. Scopri che c’è qualcuno, uno di quelli che contano, che pur di non pagare l’acqua prende a martellate il contatore. Al momento della verifica (perché le verifiche le fanno, eccome) non si può prendere nota del consumo, perché… perché non si legge assolutamente nulla. E ancora supermercati, aziende, che di acqua non ne voglio sentire proprio parlare. I rifiuti forse, ma l’acqua proprio no. Generalizzare? No. Siamo tutti evasori in questo paese? Siamo certi che non si salva nemmeno uno? Si uno si, un grosso albergo che paga, udite udite, 40 mila euro all’anno di tributi. E scopri raccomandate inviate e tornate puntualmente indietro. Società titolari di alberghi che poi ti accorgi che non esistono, o almeno irrintracciabili nella sede che hanno indicato. I social chiedono, i cittadini chiedono, la gente vuole sapere. È arrabbiata, incredibilmente incazzata. Vogliono guardare in faccia a chi devono ringraziare per l’aumento delle tasse comunali. Roba da guerra civile.

Antonello Troya

@antonellotroya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: