Belvedere, posto vendita prodotti tipici. Polemica tra l’Arca e L’esecutivo.

Brambilla: “Il sindaco mi ha detto no”. Cascini: “I giorni sono prestabiliti come da regolamento”

Strascichi di polemiche sull’assegnazione del posto al mercato per un venditore di prodotti tipici locali. I social hanno amplificato una nota dell’agriturismo “L’Arca” di Belvedere nella quale la proprietaria, Anna Brambilla, lamentava l’indisponibilità del sindaco nell’accogliere la proposta di poter vendere i prodotti in altri giorni e non in quelli indicati dal regolamento comunale. L’Arca è l’unica azienda certificata bio e da tempo collocava il proprio banchetto in piazza mercato. Poi la decisione, come da normativa interna, di poter offrire la mercanzia nei giorni prestabiliti, ovvero lunedì, mercoledì e sabato. Una decisione che non è affatto piaciuta alla Brambilla che ha offerto ai social il proprio malumore. La nota è stata commentata da tante persone, ma anche dal sindaco, Vincenzo Cascini, da cui è arrivata una dichiarazione che corregge quanto dichiarato dalla Brambilla. In pratica la verità dei fati sta nel rifiuto della Brambilla di poter vendere negli altri giorni perché impegnata … negli altri paesi. Si insomma: non si tratterebbe di un rifiuto del sindaco, ma nella indisponibilità della titolare dell’arca di vendere in determinati giorni, perché impegnata a Diamante e paesi limitrofi. Secondo la linea aziendale o si vende a Belvedere in quei giorni o non se ne fa niente. Ma se le regole ci sono vanno rispettate e il sindaco, dopo essersi confrontato con il comando della Polizia Locale, ha dato alla Brambilla l’opportunità di poter vendere i propri prodotti come tutti gli altri e in giorni prestabiliti. Questa la replica del sindaco: “Gentile signora mi dispiace di essere stato irremovibile nel non concedere il suo posto in giorni diversi dal Lunedì Mercoledì e Sabato. Le regole del mercato sono stabilite uguali per tutti nei posti assegnati agli altri commercianti. La sua indisponibilità ad usufruire degli altri giorni oltre il Mercoledì è perché lei va nei giorni di Lunedì e Sabato in altri paesi. Sono dispiaciuto di non aver potuto accettare le sue richieste ma i vigili urbani mi hanno presentato le regole che vengono applicate per tutti nei posti di vendita situate nelle zone di parcheggi. Certo che capirà le ragioni della mia posizione irremovibile le rivolgo i miei più cordiali saluti”. Polemica risolta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: