Ecco perché Camilla è caduta dal terzo piano. La versione dei fatti

Una tragica fatalità. Ecco che cosa è successo. Ora di pranzo: la famiglia si era riunita assieme per passare qualche momento conviviale. Gemma e Gianluigi sono i genitori di Camilla. Due persone ben inserite nel contesto sociale di Sangineto come di Belvedere. Amati e rispettati da tutti, genitori esemplari, svolgono un’attività legata al caseario al confine tra i due paesi tirrenici. Hanno sette figli e al momento del pranzo erano tutti attorno al tavolo. Come spesso accade, però, la piccola Camilla si allontana senza che nessuno si accorga della sua assenza. Arriva al piano di sopra e trascinando una sedia ci sale sopra. In quel momento accade l’irreparabile. Si  affaccia per guardare giù i cuginetti che giocavano. Attirata da loro è bastato un attimo: la sedia scivola all’indietro e il suo corpicino vola per circa 9 metri. Il tonfo fa scattare l’allarme. Urla e disperazione accompagnano la scena. Viene chiamato il 118 e l’elisoccorso. Arrivano anche i carabinieri. Si cerca di ricostruire i fatti. Vengono sentiti i genitori e i presenti. La bimba viene portata a Cosenza. La Tac ha confermato la contusione cerebrale. Domani mattina ulteriori esami. Ora è in rianimazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: