Turismo a Belvedere. L’altra faccia della medaglia: “Bella e organizzata; gentili ed educati”

Allora dopo anni ho trovato a Belvedere dei miglioramenti. Premetto nato, vissuto e trasferito da 20 per lavoro a Torino.

Ottimi cartelli che prima mancavano a Belvedere. 

Ottimo e preciso (testato più volte fa me) e soprattutto educata e gentile il punto informazioni sul lungomare.

Ottima idea la navetta che collega Belvedere con più punti di grande afflusso e parcheggio (vedi villaggio Santa Litterata, Hotel Belvedere ecc) fino al paese.

Bella come ogni anno (ahimè quest’anno lavoravo e non ho potuto assistere a Note di Fuoco) vedendo i video.

Belli i lidi con le palafitte sulle spiagge anche se privati offrono un servizio al pubblico.

Bravi chi ha avuto l’intelligenza, il mettersi in gioco e la competenza di rilanciare il Castello Aragonese con l’Assalto al Castello.

(Ri)faccio i complimenti a chi gestisce i locali in paese perché lo valorizzano e lo ripopolano.

Sempre complimenti per l’isola pedonale alla Marina che si arricchisce di bancarelle.

Suggerisco:

Fare l’isola pedonale dai Fratelli Mollo in modo che scendano solo per il pronto soccorso o i residenti che vanno al villaggio.

Diminuire il tempo delle strisce blu fino alle 20.

Far pagare 50 centesimi le medesime sopra citate.

Asfaltare la strada del porto sotto la stazione.

Creare una Belvedere Notturna da scoprire in modo da poter visitare anche la marina oltre il paese in notturna.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: