News: brevi dalla Calabria

Decollato da Lamezia Terme, un Airbus 319 della compagnia low-cost tedesca Eurowings è stato coinvolto da turbolenze “poco prima dell’atterraggio” ieri pomeriggio all’aeroporto di Berlino-Tegel causando il ferimento di otto persone (tre componenti dell’equipaggio e cinque passeggeri). A rimanere feriti sono stati alcuni dei passeggeri “che non avevano le cinture di sicurezza allacciate” e che “sono stati sballottati”, riferisce la Dpa citando una propria fonte coperta.

Aveva nascosto oltre mezzo chilo di marijuana all’interno del vano motore della sua automobile. Un uomo di 32 anni, Francesco Abramo, con precedenti di polizia, è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Taurianova, con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.
    I militari, nel corso di un servizio di pattuglia attuato lungo la strada provinciale 1 di Taurianova, hanno fermato per un controllo la vettura condotta da Abramo. A seguito di una perquisizione del veicolo è stata trovata e sequestrata una busta di cellophane contenente 550 grammi di marijuana già essiccata e pronta per la vendita.

Hanno attirato un uomo, con la promessa di una prestazione sessuale, e, dopo averlo condotto in una zona appartata vicino alla stazione ferroviaria, con l’aiuto di due complici, lo hanno aggredito, immobilizzato e derubato di un’ingente somma di denaro prima di darsi alla fuga.
    Due donne C.S., di 58 anni, reggina, e B.A., di 39, di origini cubane, sono state arrestate dagli uomini delle Volanti e dai carabinieri con l’accusa di rapina aggravata.
    La vittima della rapina, costretta a cedere dopo che i due complici delle donne gli avevano puntato un coltello alla gola, è tornato sulla strada dal luogo dove era avvenuta la rapina, un sottopassaggio del centro cittadino, ha fermato le auto dell’Arma e una volante in transito per denunciare l’accaduto.

Trentanove migranti, tutti uomini, di nazionalità irachena, sono sbarcati ieri al porto di Crotone dopo essere stati soccorsi da motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza al largo dello Ionio 90 miglia circa dalla costa.
    I migranti, secondo quanto si è potuto apprendere, erano a bordo di una barca a motore e, una volta raggiunti, sono stati trasbordati a bordo delle motovedette. Ad attendere i migranti al porto di Crotone c’era personale della Croce Rossa Italiana e agenti della Polizia di Stato.
    I migranti, dopo una prima assistenza prestata al momento dell’arrivo, sono stati stati trasferiti nel Centro di accoglienza Cara “Sant’Anna” di Isola Capo Rizzuto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: