News: le brevi dalla Calabria.

Ci sarà l’accordo per mandare a casa Oliverio. Poi il nome del presidente è l’ultima delle cose.
Lo ha detto Matteo Salvini parlando con i giornalisti a Lamezia Terme delle elezioni regionali.  “Stiamo lavorando alla squadra – ha proseguito – al programma e ai candidati. Poi ci sarà il migliore presidente possibile. Quello di Mario Occhiuto è uno dei nomi che si fanno. Io però preferisco guardare avanti e non indietro. Il massimo sarebbe un candidato libero, svincolato dai partiti e libero da ogni tipo di problema”.
   

Il sindaco di Riace, Antonio Trifoli, eletto in quota Lega in occasione delle amministrative del 27 maggio scorso e subentrato a Mimmo Lucano, che aveva fatto del centro della Locride il “paese dell’accoglienza”, potrebbe decadere dalla carica perché ineleggibile. É quanto potrebbe conseguire da un parere del Ministero dell’Interno notificato alla Prefettura di Reggio Calabria.     L’ineleggibilità di Trifoli deriva dal fatto che il sindaco é un dipendente dello stesso Comune di Riace, con mansioni di vigile urbano, ed in quanto tale, in base al Testo unico degli enti locali, non avrebbe potuto candidarsi alla carica di primo cittadino, nè essere eletto.

“Utile e proficuo”. Così il presidente della Regione, Mario Oliverio, ha definito l’incontro che ha avuto a Roma con il Ministro alla Salute, Roberto Speranza. “Al Ministro – prosegue Oliverio – ho posto l’improcrastinabile necessità di fare una seria valutazione sulla fallimentare esperienza decennale del commissariamento della sanità calabrese al fine di assumere le misure necessarie per consentire il ripristino dei poteri ordinari della Regione, magari con misure di affiancamento e sostegno dello Stato centrale. Ho posto il problema dello sblocco immediato delle assunzioni, a partire dalla stabilizzazione dei lavoratori precari e dallo scorrimento e proroga delle scadenze delle graduatorie”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: