Belvedere, dissesto: è arrivato il giorno del voto

Una sentenza, forse. Una condanna, forse. Fatto sta che oggi pomeriggio il Consiglio comunale è stato chiamato ad esprimersi su due punti. All’ordine del giorno riconoscimento di legittimità per debiti fuori bilancio e, punto determinante, la dichiarazione di dissesto finanziario. Quindi da domani il Comune di Belvedere si troverà ad essere guidato, almeno sul piano economico-finanziario, da un commissario (o da una triade), nominata dal Ministero degli interni. Dall’analisi del rendiconto risulta un disavanzo di amministrazione di oltre 17 milioni di euro. Per la precisione 17.478.445,13. Il commissario chiederà agli amministratori di contribuire al risanamento attraverso l’adozione di provvedimenti eccezionali: elevazione delle proprie entrate al livello massimo consentito dalla legge, vale a dire che tutte le tasse comunali (IMU, addizionale comunale, TARSU) saranno aumentate il più possibile fino ad arrivare al tetto massimo consentito dalla legge, basato, inoltre, sul contrasto all’evasione e sul contenimento di tutte le spese.

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: