Evasore e zozzone: ecco il belvederese che deve guardarsi allo specchio

Nulla di più e nulla di meno di quanto già non sapessimo. Belvedere è il paese degli evasori e se non pagano (i belvederesi) si va in dissesto. Che forse è il passaggio più sicuro di questo iter tortuoso. Il sindaco Vincenzo Cascini non ha scelto i social, non ha filmato video per youtube, ha scelto il classico dei classici incontri all’aria aperta per discutere con i suoi concittadini di economia pubblica. E per fare ciò si è fatto accompagnare da un docente universitario di pubbliche amministrazioni, Pina Puntillo. Le ultime normative in tema di pubbliche amministrazioni hanno limitato i trasferimenti di soldi da parte dello Stato. E ciò ha provocato una serie di scossoni in tutti gli enti locali. Ma il sindaco non si è limitato a parlare di economia pubblica ma anche di depurazione, scuola e rifiuti. L’impianto, ha confessato il sindaco, qualche volta non ha funzionato e quindi sono arrivate sanzioni non indifferenti. Per i lavori alla scuola alla marina sono venuti fuori problemi strutturali, per cui o si trovano i soldi per un nuovo progetto (si vede che quello vecchio era sbagliato), o rimarrà in quelle condizioni a vita. E alla fine i rifiuti: i belvederesi sono zozzoni e gettano la spazzatura dove gli pare. Sono state fatte alcune foto. Ora speriamo in multe salatissime. Nessun riferimento a responsabilità politiche. Tutti salvi. Si va avanti.

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: