Belvedere, bambino down. Marziale, garante regionale per l’infanzia: “Attivata la pratica di segnalazione”. L’amministrazione Cascini lo rassicura: “Difficoltà nella programmazione”

Un caso segnalato che sta avendo i suoi primi risultati. Stamattina il Garante Regionale per l’infanzia, Antonio Marziale (nella foto), venuto a conoscenza della storia di Simone ha provveduto a contattare il Comune di Belvedere Marittimo, interfacciandosi per avere un quadro più chiaro della situazione. Fatto di cui, ha confermato a “Lo Strillone” lo stesso Marziale, ne era già a conoscenza da alcuni giorni. Confronto che ha dato un primo risultato: Marziale ha avuto rassicurazioni dal primo cittadino Vincenzo Cascini delle difficoltà sopravvenute con il dissesto, ma che a breve tutto si risolverà per il meglio. Intanto il garante regionale per l’infanzia ha attivato le procedure per la segnalazione del caso, “soprattutto – ha spiegato ancora Marziale – per capire se le procedure sono state rispettate e cosa sia successo. C’è una sentenza della Corte di Cassazione – ha proseguito – che stabilisce che anche i Comuni che sono in dissesto devono coprire obbligatoriamente le spese dedicate ai bambini, soprattutto se disabili, come in questo caso. Il sindaco – ha sottolineato Marziale – in caso di necessità fa delle variazioni di bilancio per coprire l’assistenza”.

Per domani intanto la mamma del bambino, Marieta Sisca, è stata convocata in Comune per discutere della questione e trovare una soluzione. Con la Sisca ci saranno alcune mamme che si trovano nella sua stessa difficile situazione.

Antonello Troya

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: