Le notizie regionali di oggi, 14 giugno

Salgono a 1.162, con un solo contagiato in più rispetto a ieri, le persone positive al coronavirus in Calabria. Lo riferisce il Bollettino della Regione. Ad oggi sono stati effettuati 79.193 tamponi di cui 78.031 sono risultati negativi. I decessi, dall’inizio della pandemia, sono 97.

“Il virus tra tanti danni, morti e crisi economica ci lascia il dovere di cambiare tutto rispetto al passato. In passato anche io avevo perplessità sul ponte sullo Stretto ma adesso penso sia fondamentale investire in infrastrutture. A dirlo Matteo Salvini, a Reggio Calabria dove ha inaugurato la sede provinciale del partito. Mai come adesso c’è bisogno dei cantieri. che significa lavoro e velocità. Mi pare evidente che i 5S piuttosto che fare il ponte, la Tav o l’alta velocità si mettano in costume da bagno”. “Conto – ha aggiunto – che ci sia un’altra maggioranza che abbia le opere pubbliche come una priorità. Tra l’altro ho parlato stamani con i proprietari della linea di traghetti e anche loro sono d’accordo. L’importante è che ci sia progetto serio. Anche turisticamente parlando è l’idea dell’Italia che corre”.

Almeno una trentina di lussuose vetture rubate a Montreal (Canada), tipo la Chevrolet ‘Camaro’, oppure la Mercedes ‘GLC 4.3 AMG’, coupe’, Suv, Jeep Land Rover, Hyundai e Honda, i cui costi si aggiravano tra i 50 e gli oltre 100 mila euro, dopo essere trasferite da Montreal in container via nave, in transito in Italia, venivano trasferite fino in Turchia ed in Libia rispettivamente nei porti di Mersin e Khoms e quindi rivendute a cifre sempre elevate ma convenienti rispetto ai prezzi di mercato. Ad individuare il vasto traffico internazionale di auto rubate sono stati gli investigatori della Polizia giudiziaria della Polizia di Frontiera di Fiumicino, di Salerno e Gioia Tauro in collaborazione con la Polizia canadese.

Due minorenni di San Luca, di 12 e 15 anni, sono stati allontanati dalle famiglie contigue alla ‘ndrangheta per sottrarli ad un “concreto pericolo di devianza”, nell’ambito del progetto “Liberi di scegliere”. I carabinieri di S.Luca, indagando sul danneggiamento di un palo della luce sono risaliti ai minori come gli autori ed hanno informato la Procura dei minorenni di Reggio Calabria, rappresentando il contesto delle famiglie, con genitori e parenti con pendenze penali e di polizia anche gravi, dal sequestro di persona a scopo di estorsione, all’associazione mafiosa, all’associazione finalizzata al narcotraffico. Il Tribunale, ritenendo il futuro dei minori potenzialmente a rischio, ha emesso un provvedimento che, limitando la responsabilità genitoriale, affida i minori ai servizi sociali, nomina un curatore speciale, e li avvia ad un programma con il supporto del servizio sanitario e strutture ed enti, tra cui Libera, con compiti di assistenza, anche psicologica.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: