Le notizie regionali del 2 luglio

Due auto sono state date alle fiamme, la notte scorsa, nel territorio del Comune di Vibo Valentia. La prima, una Fiat Panda, si trovava parcheggiata lungo una strada del quartiere Bitonto, mentre la seconda è stata incendiata nella frazione Triparni. Sul posto per spegnere i due incendi ed impedire che le fiamme avvolgessero altre vetture parcheggiate nelle vicinanze sono giunti i vigili del fuoco del comando provinciale. Ingenti i danni, che sono ancora in corso di quantificazione. Intanto, i carabinieri hanno avviato le indagini sui due episodi. 

Nessun nuovo caso di Coronavirus in Calabria a fronte degli 832 tamponi eseguiti. I positivi attuali sono 26 (uno in meno di ieri) mentre quelli totali 1.181 a fronte di 93.892 tamponi. I guariti sono 1.058 (uno più di ieri) mentre le vittime 97. I ricoverati in reparto sono 4, mentre altre 22 persone sono in isolamento domiciliare. E’ quanto emerge dal bollettino della Regione Territorialmente i casi distribuiti a: Catanzaro 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 182 guariti; 33 deceduti.
    Cosenza 2 in isolamento domiciliare; 432 guariti; 34 deceduti.
    Reggio Calabria 2 in reparto; 17 in isolamento domiciliare; 255 guariti; 19 deceduti. Crotone 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti. Vibo Valentia 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 5 deceduti.
    Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 6.828. 

I carabinieri della Compagnia di Girifalco, con il supporto di quelli della Compagnia di Catanzaro, hanno arrestato due persone nel capoluogo per reati connessi alla droga.
    Nel quartiere Lido, i militari, supportati da unità cinofila dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria di Vibo Valentia, hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti S.R., di 25 anni, trovato in possesso, durante una perquisizione in abitazione, di circa 215 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento degli stupefacenti. Nel quartiere Pontegrande, invece, hanno arrestato un trentenne catanzarese, M.S., per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di munizionamento e ricettazione, perché trovato in possesso, dopo una perquisizione a casa, di circa 37 grammi di marijuana, 86 grammi di hashish, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento degli stupefacenti e 50 cartucce inesplose cal. 38 special.

Simulavano incidenti stradali allo scopo di ottenere rimborsi illeciti dalle compagnie assicurative. A portare alla luce la truffa sono stati i finanzieri della Compagnia Pronto Impiego del Comando provinciale di Reggio Calabria insieme ad agenti della Polizia metropolitana. Nell’indagine, denominata “Golden insurance”, sono state poste ai domiciliari 2 persone e a una terza è stato notificato l’obbligo di presentazione quotidiana alla Pg.
Sequestrati anche beni per un milione di euro. Le persone indagate, complessivamente, sono 71 accusate, a vario titolo, per associazione a delinquere finalizzata a reati di falso materiale e ideologico commessi anche da pubblici ufficiali, accesso abusivo a sistema informatico/telematico, fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona, nonché di ricettazione. Tra i beni sequestrati figurano un’auto di lusso, un’abitazione a Giardini Naxos (Messina), una villa a Campo Calabro e somme in contanti per 620.000 euro.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: