Le brevi di cronaca del 10 ottobre

 C’è stato un altro decesso per Covid a Reggio Calabria. Si tratta di un paziente anziano che era ricoverato nel reparto di malattie infettive del Grande ospedale metropolitano. L’uomo aveva 81 anni e oltre a essere positivo al Covid era affetto da altre patologie. Intanto sul fronte dei numeri in Calabria ad oggi sono risultate positive al Coronavirus 2.188 (+42 rispetto a ieri, quando era state 21), quelle negative 214.097.

Una persona che era alla guida di una bicicletta é morta nello scontro con un autoveicolo. L’incidente si é verificato lungo la statale 106 jonica, nel territorio di Botricello. I carabinieri sono giunti sul posto per ricostruire la dinamica dell’incidente L’Anas, per consentire l’effettuazione dei rilievi di legge, ha chiuso provvisoriamente il tratto di strada in cui si é verificato l’incidente. Il traffico è deviato sulla viabilità locale.

 I carabinieri di Torano Castello hanno eseguito ad un’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari, emessa dal Gip di Cosenza nei confronti di un pregiudicato 44enne di origini cosentine, accusato dei reati di truffa aggravata continuata ai danni dell’Inps e del Sistema Sanitario Nazionale, falsità in atto pubblico per induzione in errore dei pubblici ufficiali e detenzione illecita di farmaci contenenti sostanze di natura stupefacente in parte destinati alla cessione a terzi.

Il corpo di una persona in avanzato stato di decomposizione è stato rinvenuto nel pomeriggio di ieri, in località Cerreto di San Marco Argentano, nei pressi del confine con il territorio di Roggiano Gravina. Sul posto sono giunti per i rilievi del caso i carabinieri della locale compagnia, agli ordini del capitano Oscar Caruso. Secondo quanto si apprende, il cadavere è in condizioni tali che non è stato possibile determinarne il sesso né le cause della morte. L’area, ora opportunamente delimitata, si trova in una zona boschiva e impervia, poco frequentata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: